Progetto Organizzativo

PROGETTO ORGANIZZATIVO

 

Quest’anno abbiamo dovuto ripensare l’organizzazione delle nostra attività in coerenza con la normativa di riferimento –

Protocollo Salute e Sicurezza COVID-19 per i servizi conciliativi ed estivi 2020 per bambini ed adolescenti https://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/content/download/168534/2948973/file/delIBERA_n_741_3_6_protocolloservizi_conciliativi_e_estivi.pdf-  deliberate lo scorso 3 giugno dalla PAT.

 

 

Qui di seguito andremo a esplicitare l’organizzazione delle attività estive proposte in merito a:

 

·         Spazi

·         Rapporto numerico educatore/ bambini e ragazzi

·         Pratiche igieniche e di disinfezione e distanziamento interpersonale

·         Uso dei dispositivi di sicurezza

·         L’accesso quotidiano in struttura ed il triage

·         Gestione dei casi sospetti

·         Consumo del pasto e momenti di riposo e sonno

·         Selezione e formazione del personale

·         Trasporto

 

 

Spazi

 

Per l’estate 2020 ci siamo messi alla ricerca di nuovi spazi dove poter realizzare le nostre proposte affinchè fosse fattibile offrire una più ampia possibilità di frequenza nel rispetto del distanziamento spaziale. La ricerca ha portato alla scelta di luoghi con ampi spazi interni (con accesso esclusivo ai servizi igienici) e con la possibilità di effettuare numerose attività all’aperto rendendo possibile l’educazione in natura che da sempre ci caratterizza.

È importante per la cooperativa, infatti, che i bambini e ragazzi possano riappropriarsi degli ambienti naturali, vivendo momenti, attività e giochi in piccoli gruppi in totale sicurezza.

 

Rapporto numerico tra educatore/bambini e ragazzi

 

Lavoreremo con questo rapporto numerico: tra i 3 ed i 6 anni è previsto un educatore ogni 6 bambini, per i bambini dai 6 agli 11 anni è previsto un educatore ogni 7 bambini, per i ragazzi dagli 11 ai 17 anni è previsto un educatore ogni 10 ragazzi.

 

Il gruppo formatosi avrà la stessa composizione ed il proprio educatore di riferimento nella durata dell’intera settimana, preservando lo stesso anche laddove i bambini partecipino a più di una settimana.

Non sono previsti mescolamenti tra gruppi in nessuna attività/laboratorio/gioco.

 

Pratiche igieniche e di disinfezione e distanziamento interpersonale

All’interno delle nostre attività sono previste una serie di pratiche igieniche quotidiane e frequenti durante il corso della giornata.

I bambini, guidati dall’esempio degli educatori, avranno la responsabilità di:

§  Lavarsi frequentemente ed in modo appropriato le mani, utilizzando acqua e sapone, specialmente in queste occasioni: ingresso/ uscita dall’attività/dalla struttura; prima e dopo i pasti; dopo l’utilizzo dei servizi igienici; nei cambi di attività e di luoghi; quando le mani sono visibilmente sporche;

§  In caso l’acqua corrente non sia disponibile e le mani non siano visibilmente sporche, il lavaggio avverrà tramite utilizzo di gel idroalcolico presente in tutti i locali ed all’ingresso e all’uscita della struttura – oltre al flacone personale utilizzato dall’educatore;

§  Non toccarsi il viso con le mani;

§  Tossire o starnutire nella piega del gomito o in un fazzoletto monouso da eliminare immediatamente;

§  Evitare abbracci e strette di mano;

§  Evitare di condividere oggetti personali.

 

Per quanto riguarda specificatamente il distanziamento interpersonale, a tutti i partecipanti all’attività è richiesto di:

§  Mantenersi a distanza di almeno 1 metro;

§  Evitare la formazione di assembramenti;

§  Mantenere la distanza anche nell’arco della durata dei giochi, eseguiti preferibilmente all’esterno.

 

Come Cooperativa ci impegniamo nella pulizia frequente e con cura delle superfici, in particolari di maniglie di porte e finestre, rubinetti, interruttori della luce, tavoli, sedie e giochi.

Per le pulizie frequenti nel corso della giornata verranno utilizzati comuni detergenti, mentre per le pulizie di fine giornata è prevista una disinfezione più sostenuta.

 

È prevista un’adeguata aerazione dei locali il più frequentemente possibile, evitando il ricircolo dell’aria negli impianti di aerazione.

 

Per i servizi igienici è previsto un uso esclusivo da parte dei partecipanti all’attività, prevedendo una pulizia e disinfezione almeno una volta al giorno e comunque al bisogno.

 

Per quanto riguarda i giochi, i materiali ed i dispositivi elettronici, essi saranno lavati e disinfettati frequentemente e a fine giornata, con un uso a singolo gruppo – nel caso di scambio di giochi tra gruppi, sarà effettuata una loro disinfezione profonda prima dell’utilizzo da parte di un altro gruppo.

 

Anche in presenza di aree gioco, specialmente se non appartenenti alla Cooperativa, sarà effettuato una disinfezione - con particolare attenzione alle superfici a contatto con le mani - all’inizio, alla fine e frequentemente.

 

Sarà in ogni caso cura della Cooperativa apporre informative e segnaletiche di richiamo ai comportamenti corretti negli spazi di attività della struttura.

 

 

Uso dei dispositivi di sicurezza

 

È fatto obbligatorio l’utilizzo della mascherina da parte di tutti i partecipanti (educatori, bambini, operatori del servizio) e di sostituzione della stessa in caso di deterioramento.

Per i bambini, è previsto l’utilizzo di mascherine chirurgiche o di comunità di propria dotazione, di misura adeguata e conformi.

Per gli operatori, è previsto l’utilizzo di mascherine chirurgiche, a cui si aggiungerà l’uso di guanti monouso per le attività di pulizia.

Nel caso di gestione di casi sospetti di Covid-19, l’operatore indosserà guanti, occhiali o protezione facciale, mascherina FFP2 senza valvola, camice e cuffia.

 

La Cooperativa dà garanzia di una dotazione quotidiana di tutti i dispositivi di protezione, comprese mascherine di riserva.

 

 

L’accesso quotidiano in struttura ed il triage

All’arrivo e all’uscita del bambino dell’attività previsto un distanziamento fisico, scaglionando sia le entrate che le uscite. In alcune attività, è prevista una differenziazione dei punti di entrata e dei punti d’uscita.

 

L’accoglienza è prevista all’esterno: non verranno ammessi accompagnatori all’interno della struttura.

 

La procedura di triage prevede il lavaggio mani con acqua e sapone/ uso di gel idroalcolico e possibile misurazione della temperatura corporea tramite strumentazione senza contatto. È vietato l’accesso o la permanenza:

-          A tutti coloro che manifestano sintomatologia influenzale e/o temperatura a 37,5°

-          A tutti coloro che hanno avuto contatto con persone positive o con sintomi suggestivi per Covid-19.

 

Gestione dei casi sospetti

Nel caso si sospetti in attività un caso sospetto legato al Covid-19, verrà attivata la procedura di isolamento del bambino/ ragazzo in una zona separata e protetto da mascherina chirurgica, preso in cura dall’operatore fino all’arrivo del familiare, il quale, tempestivamente avvisato, dovrà presentarsi nel minor tempo possibile. Sarà cura del genitore contattare il proprio pediatra di fiducia e seguirne le indicazioni

 

Consumo del pasto e momenti di riposo e sonno

Anche per il consumo del pasto e del momento di riposo sono previste le indicazioni fornite per le attività (distanziamento, nessuna mescolanza e nessun assembramento).

 

A seconda dell’attività scelta, è previsto il consumo del pasto:

§  Tramite lunch box fornito dalla Cooperativa

§  Al sacco, portato da casa.

 

Ogni bambino avrà la propria borraccia personale portata da casa.

 

A seconda dell’attività, si potrà prevedere un momento di riposo per i bambini più piccoli:

§  All’interno della struttura nella propria stanza giochi, con ricircolo dell’aria

§  All’esterno della struttura, in una zona ombreggiata.

 

In questo caso ogni bambino dovrà disporre di un tappetino stile yoga e della propria biancheria personale portati da casa in un sacchetto chiuso.

 

Selezione e formazione del personale

Il personale, selezionato secondo normativa di riferimento, formato in tema di prevenzione da Covid-19, sull’applicazione delle linee guida, sull’utilizzo dei DPI e sulle misure di igiene e prevenzione.

 

Trasporto

 

Il trasporto sarà realizzato da indicazioni ministeriali. La scelta è caduta su mezzi privati che meglio possono rispondere all’esigenza di esclusività dei mezzi.